Il prossimo inverno avremo in circolo meno scorte di vitamina D a causa del fatto che nel periodo del lockdown siamo stati meno esposti al sole. Quindi quest’anno i pediatri dovranno prestare più attenzione, perché è probabile che un maggior numero di bambini raggiunga una situazione di carenza che potrebbe poi dare problemi soprattutto a livello osseo.

Può l’alimentazione influire sulle nostre capacità di concentrazione? Sì, secondo un recente studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, che ha approfondito l’impatto della dieta sulle capacità cognitive

La dieta potrebbe avere un ruolo chiave nel trattamento del tumore al seno. La notizia arriva da uno studio internazionale coordinato da IFOM Milano e dal Policlinico Universitario San Martino di Genova, con il sostegno di AIRC, appena pubblicato sulla rivista Nature, in cui una dieta ipocalorica a base vegetale è stata testata per determinare il suo effetto sulla crescita del tumore in combinazione a terapia ormonale nei topi e nelle pazienti

Il pesce non deve mai mancare sulle tavole delle donne in gravidanza. Consumarlo regolarmente, da una a tre volte a settimana nell’arco dei 9 mesi di gestazione, favorisce il metabolismo dei bambini misurato in base a quattro parametri indicativi: circonferenza della vita, pressione sanguigna, livelli di insulina e colesterolo Hdl

Due bambini su dieci (20%) in Italia sono in sovrappeso e uno su dieci (10%) è obeso, con una tendenza crescente dal Nord al Sud. A dirlo la Società Italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps)

La vitamina D potrebbe avere un ruolo preventivo e terapeutico nella gestione della pandemia da coronavirus